24 Ore a New York Thumbnail YouTube (1)

COSA FARE E COSA VEDERE A SCICLI

Intro

Capita anche a voi di trovarvi in un posto e sentirvi a casa, anche se non è proprio casa vostra?
Una città, un piccolo paese, una Regione, una Nazione, in cui riuscite a frenare un po’, a staccare la mente, dove non vi importa sapere che ora o che giorno sia, dove riuscite semplicemente a lasciarvi andare ed essere voi stessi?

A me si, il mio posto si chiama Sicilia. Regione dai mille colori, profumi, paesaggi e per me anche ricordi e affetti. Sarà che sono un po’ di parte dato che le mie radici affondano proprio in questa splendida terra e come viene citato nel celebre film la Grande Bellezza ‘’le radici sono importanti’’.
Le mie radici si trovano proprio nella città che io reputo più affascinante, accogliente, romantica, caratteristica, artistica: Scicli, in provincia di Ragusa.
AMO questa città, non solo per l’affetto che mi lega ormai da anni ad essa, ma proprio per tutto quello che ha da offrire.

Sicuramente molti di voi la conosceranno grazie alla serie tv ‘’Il commissario Montalbano’’ o al film ‘’Italo’’.
Alcuni, amanti dell’arte, la conoscono per il suo barocco o magari ‘’semplicemente’’ perché il suo centro storico è Patrimonio dell’Umanità dal 2002.
Inoltre è nota per il cibo, per l’accoglienza, per le varie forme di turismo e attività che la città offre, per il clima, per la storia, per la bellezza architettonica, per il mare a poca distanza.

Feste folkloristiche

Da anni la città è diventata famosa per le caratteristiche feste folkloristiche, molto apprezzate da parte dei suoi abitanti e da escursionisti italiani e non, che fanno visita a questa città proprio in occasione delle sue feste.

Le feste più famose sono: l’uomo vivo ’U gioia’ (per la festa di Pasqua), Le milizie ‘’i mulici’’ (ultimo sabato del mese di maggio) e La Cavalcata di San Giuseppe.

La Cavalcata di San Giuseppe è unica nel suo genere e solo Scicli può vantare una festa così, tanto che ad essa partecipano dai più giovani ai più anziani abitanti della città, turisti provenienti da tutta Italia e non solo. Ho avuto l’onore di poter vedere il dietro le quinte del grandissimo lavoro che i bardatori fanno per creare i manti dei cavalli. Capolavori, vere e proprie opere d’arte. Poiché la gara è molto sentita i partecipanti mettono tutto il loro impegno, iniziano a lavorare al progetto addirittura un anno prima e tre giorni prima della gara, per poter finire il lavoro in tempo, si dedicano ad esso 24 ore su 24.

Il manto che viene poi poggiato sul cavallo che sfilerà, è composto da una lastra metallica molto leggera e uno strato spugnoso. Su di esso poi viene disegnata l’immagine da raffigurare e il tutto viene decorato incollando con colla a caldo i fiori della Violacciocca ‘’balicu’’.

Il giorno dopo la cavalcata vera e propria avviene la processione con il simulacro di San Giuseppe, banda e cavalli al seguito. Un modo alternativo per visitare la città e le sue bellezze. Vi consiglio davvero di poterla vedere un giorno, magari l’anno prossimo.

Cosa vedere

Chiese

Scicli è famosa per molte cose, ma soprattutto per le sue chiese, viene infatti denominata la ‘’Città delle cento chiese’’. Di queste cento ne sono rimaste solo trenta dopo il terremoto del 1963, che distrusse gran parte della cittadina. In stile barocco, hanno tutte un gran fascino dando anche un’aria romantica a questa meravigliosa città. Le più rinomate sono la Chiesa di San Matteo (da dove potrete avere una vista panoramica della città), la Chiesa di San Giovanni Evangelista (dove è possibile ammirare un quadro particolarissimo, unico al mondo, che rappresenta il Cristo di Burgos), La Chiesa di San Bartolomeo (famosa per i suoi affreschi e per il presepe in legno che rimane esposto tutto l’anno) il Complesso Santa Maria della Croce, la Chiesa e il Convento del Carmine.

Barocco

Scicli, insieme ai comuni di Caltagirone, Militello in Val di Catania, Catania, Modica, Noto, Palazzolo Acreide, Ragusa è stata inserita nel 2002 nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO grazie al barocco siciliano. Stile che è possibile ammirare grazie ai suoi meravigliosi palazzi nobiliari come: Palazzo Beneventano definito il più bel palazzo Barocco al Mondo.

Montalbano

Tappa obbligatoria per i fan del Commissario Montalbano è ovviamente la sede del municipio di Scicli (il commissariato di Vigata), in via Francesco Mormino Penna. Al primo piano è possibile visitare al costo di € 2,00 la stanza del sindaco, che nella fiction rappresenta la stanza del questore di Montelusa.

Cosa mangiare

Piatti tipici di Scicli sono: le Teste di turco (dolci tipici preparati proprio in occasione della festa delle Milizie), i ravioli, la cubbaita, le scacce, il caciocavallo, le carrube, il biancomangiare e tanto altro.

Cannolia

E come non ricordare il cannolo, che ovviamente è un dolce siculo, ma dall’anno scorso Scicli vanta un ‘’primato’’, il primo laboratorio dove viene preparato il cannolo CALDO. In tutte le pasticcerie siciliane è facile degustare cannoli buonissimi, ma questo è diverso, speciale. È preparato al momento. Ricordo ancora la prima volta in cui ho avuto l’onore di assaggiarlo. Quella cialda croccante, quella ricotta così dolce e calda, con una ‘’spolverata’’ del mio amato pistacchio. Credevo di essere finita in Paradiso!!! Se soggiornate a Scicli o siete anche solo di passaggio, pit stop obbligatorio è Cannolia: il 1 cannolo caldo di Sicilia!

Dove dormire

Ovviamente se voleste dormire a Scicli, ma lontano dalla ‘’confusione’’ della cittadina e magari vicino al mare, così da alternare mare e barocco, non posso non consigliarvi il nostro Baglio dei Mori.

Tre appartamenti, completamente arredati, in un’affascinante residenza edificata nel 1100.

In alcuni periodi è possibile, per gli ospiti, godere della frescura della corte disposta sul lato interno. Perfetto per gruppi, famiglie e coppie.
A soli 5 minuti a piedi da spiaggia, supermercato, farmacia, posta, bar, ristoranti.

Per info e prenotazioni scrivici a [email protected]

Altrimenti vi consiglio Ospitalità diffusa o Albergo diffuso, degli esperti nell’ospitalità sicula.
I consigli sono talmente tanti che non è possibile racchiuderli in un solo articolo, quindi per qualsiasi altra informazione, consiglio personalizzato, scrivici pure nei commenti o in privato e saremo felici di aiutarti!!

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *